IT

I nostri sistemi pompa di calore - benessere rispettoso dell'ambiente

Riscaldare d'inverno facendo capo all'aria esterna a temperature di -10°C ? - assurdo - si è tentati di dire, eppure è possibile!

Ma in che modo ? 

Il calore proveniente dall'ambiente (aria, sottosuolo, acqua) viene convogliato nell' evaporatore ove è trasmesso al mezzo di lavoro della pompa di calore (fluido refrigerante) Con questa aggiunta di calore tale fluido si trasforma in vapore. Nel compressore il mezzo di lavoro (vapore) viene compresso e nel medesimo tempo riscaldato. Nella fase susseguente il vapore "caldo" giunge nel condensatore dove trasmette il calore al sistema di riscaldamento. Così raffreddato, il mezzo di lavoro che si trova ancora allo stato compresso riassume la sua primitiva forma liquida. Da ultimo esso giunge nella valvola d' espansione ove la sua pressione viene annullata. A questo punto il procedimento ricomincia.

Il calore ambientale è di diversa provenienza:

  • Aria esterna
  • Sottosuolo
  • Acqua di falda
  • Acqua di superficie (fiumi, laghi, ecc.)